vero successoIl successo di un torneo di minirugby non sempre è legato al numero di partecipanti o dal blasone delle società di riferimento.  Il vero successo è quando gli spazi messi a disposizione per disputare le partite sono adeguati, quando lo svolgimento, logistico e “sportivo” va avanti senza intoppi, nei tempi previsti e secondo quanto previsto dall’organizzazione, quando tutte le squadre disputano il numero di partite previste, ma soprattutto quando tutti i bambini, dopo essersi battuti con grande impegno, dimostrano di essersi davvero divertiti e quando dirigenti, genitori e accompagnatori vengono a ringraziare gli organizzatori per la bella giornata trascorsa e per la perfetta organizzazione di tutto l’evento.

Tutto questo è successo domenica scorsa durante e a conclusione – anche con e-mail inviate i giorni seguenti –  della XXII edizione del Colla – de Sensi. Una società di Roma – la Villa Pamphili – ha ricevuto anche il premio speciale del “fair play”, non solo per i risultati conseguiti dai loro minirugbisti sul campo, ma per il comportamento di vera sportività e correttezza dimostrata dai miniatleti e dalla folta rappresentativa di genitori che li ha accompagnati e seguiti sino alla fine delle premiazioni di tutte le categorie.

Le altre Società di Roma se ne erano già andate per la fretta di mettersi per strada; loro invece hanno voluto restare sino alla fine, dimostrando così di onorare con un calorosissimo applauso i loro ragazzi tutte le volte che venivano chiamati a ritirare la borsa coi gadget a ricordo del Torneo. Questo è un gesto che davvero gratifica e rende merito ai giovani rugbisti.

Altre Società, ben meno distanti dei 500 e rotti chilometri che separano Roma da Noceto, non hanno avuto questa sensibilità e se ne sono andate senza dare la soddisfazione ai loro ragazzi di fare la passerella e ricevere i meritati applausi nel momento di ritirare i premi.

Questo è stato l’unico momento negativo della XXII edizione del Torneo Colla – de Sensi di Noceto.