Il Torneo Colla-De Sensi ogni anno rinnova il successo di consensi che sin dalla prima edizione l’hanno caratterizzato.

Torneo Colla-De Sensi

Ma com’è nata l’idea di organizzare a Noceto il torneo Colla-De Sensi di minirugby a livello nazionale?

Innanzitutto per la disponibilità di spazi che l’area sportiva “Il Pioppo” offriva (il complesso scolastico non esisteva …), poi perché ci sembrava giusto che il Rugby Noceto dimostrasse le proprie capacità organizzative, dopo che per tanti anni le proprie compagini di minirugby avevano partecipato a tantissimi tornei, girando da nord a sud tutta la penisola.

Contemporaneamente volevamo differenziarlo dagli altri tornei, caratterizzandolo con scelte precise.

Il primo passo fu sulla struttura organizzativa, frutto tra l’altro delle esperienze, non sempre positive, fatte in casa altrui. Un modello ancora oggi perfettamente funzionante che prevede pochissimi tempi morti, un rispetto assoluto della meritocrazia acquisita attraverso i risultati ottenuti sul campo, un’organizzazione complessa che consente di concludere la cerimonia di premiazione già nel primissimo pomeriggio. Un risultato non scontato, ma, voglio sottolinearlo, frutto di una perfetta organizzazione. Il secondo carattere peculiare che fin dalla prima edizione abbiamo voluto evidenziare è stata la parte gastronomica.

Per le prime due edizioni abbiamo avuto la fortuna di avere la collaborazione del “Circolo del Borghetto” e di “Santa Margherita” che hanno messo a disposizione le loro “rezdore” e tutta l’attrezzatura per accogliere a pranzo centinaia di giovanissimi rugbisti. Piatto della casa: straordinari tortelli d’erbetta fatti espressi dalle mani esperte delle “rezdore”, seguiti da spalla cotta calda.

Certo, non fu il massimo del menù dietetico dell’atleta, ma l’obiettivo di caratterizzare e quindi far conoscere il nostro torneo, nell’epoca in cui internet e affini non esistevano, fu raggiunto alla grande in quanto il passaparola tra società, tra gli stessi ragazzi, e soprattutto i loro genitori accese in tutta Italia la curiosità e la voglia di parteciparvi.

Petrarca, Rovigo, Treviso, le società di Roma e di Milano, di Benevento, squadre inglesi e francesi ecc.. furono tra le protagoniste negli anni seguenti. Una citazione particolare merita poi L’Aquila Rugby sempre presente sin dalla prima edizione.

Oggi, dopo ventidue anni, tante cose sono cambiate, il pranzo, adeguato alle esigenze dietetiche dei ragazzi, è assicuratodai volontari dell’Avis Noceto e dagli sponsor, sono state introdotte le categorie Under 8 e Under 6, gli spazi a disposizione si sono moltiplicati con la disponibilità del complesso “Il Noce”, ma il nostro torneo Colla-De Sensi conserva intatto il proprio stile improntato ancora oggi su quella struttura organizzativa, su quei meccanismi e quei principi che l’hanno caratterizzato fin dalla prima edizione.

Anche per questo un grande applauso agli organizzatori di oggi (oltre che alla Croce verde e alla Protezione civile) non solo è doveroso, ma diventa un enorme GRAZIE per tutto quello che fanno perché il nostro Torneo Colla-De Sensi sia considerato ancora per i prossimi vent’anni (e oltre) tra i meglio organizzati tornei di minirugby in Italia.

Da 11 edizioni il torneo Colla-De Sensi si fa in due. Oltre al torneo Colla De-Sensi che ospita 92 squadre di minirugby dall’Under6 all’Under12, la Rugby Noceto organizza anche il Big Challenge Under14 con ben 16 squadre da tutta Italia che si sfidano in due giorni di torneo.

Fabrizio Furlotti