Noceto, 28.02.2019 – Mancano tre giorni al derby di ritorno con il Rugby Colorno e, per l’occasione, abbiamo incontrato il Capitano del Rugby Noceto, ex biancorosso da quest’anno è il primo ad entrare sul campo di gioco guidando i Pellerossa Nocetani.

Una chiacchierata fra analisi del campionato fino ad ora fino alle emozioni ed aspettative per la partita di Domenica.

Buongiorno Marco, dopo lo scivolone a Padova, contro Brescia avete ritrovato la vittoria. Vittoria conquistata nel primo tempo. Una tua analisi della partita?
MF:“Dopo la sconfitta di Padova ci serviva una vittoria per riprendere fiducia e confidenza con il nostro gioco. L’importante era fare cinque punti per rimanere in corsa con la testa della classifica. Da inizio anno ci siamo sempre ripromessi di non adattarci al gioco dell’avversario ma di imporre il nostro. Con Brescia abbiamo fatto un ottimo primo tempo conquistando il bonus e poi nel secondo abbiamo avuto un calo di attenzione e ci siamo rilassati anche in virtù dell’obiettivo raggiunto. Contro Colorno non potremo permetterci dei cali di attenzione così, dovremo  mantenere la concentrazione alta per tutti gli 80 minuti .”

Con la pausa del Sei Nazioni sono due le settimane di preparazione al derby. Cosa vi aspettate e come state lavorando?
MF:“Lavoriamo come tutte le partite fino ad oggi, settimana tipo con lavoro mirato a tutti i reparti. Ci aspettiamo di trovare una squadra con tanta voglia di rivincita. All’andata abbiamo vinto per un calcio e con una grande prestazione in mischia chiusa e in touche. Sicuramente avranno lavorato e vorranno dimostrare qualcosa di più in questi due fondamentali..”

Quest’anno a differenza della scorsa stagione, entrerai al Maini come capitano. Come la vivi?
MF:“Io, sinceramente, le partite le vivo tutte allo stesso modo. Vesto la maglia n.2 ed è un ruolo chiave e importante, devi fare bene nelle mischie e nella touche perché senza vincere la palla non giochi. Dal punto di vista della leadership cercherò di mantenere alta la prestazione, non mi posso permettere un calo di attenzione per non condizionare la squadra..”

Cosa ti senti di dire alla squadra e ai tifosi in previsione della partita?

MF:“La squadra è già concentrata sulla partita, non ho bisogno di dare grande stimoli ai ragazzi. Molti di noi giocano da tanti anni e hanno una grande esperienza per poter capire e valutare quanto sia importante la partita di Domenica. Mi sento di invitare tutti i tifosi nocetani a seguirci e a sostenerci a Colorno. Abbiamo bisogno di loro e di un pubblico che si faccia sentire, che ci aiuti a spingere la squadra verso una bella prestazione. Insomma abbiamo bisogno del nostro sedicesimo uomo in campo, come solo i tifosi nocetani sanno essere.”