Noceto, 22 Maggio 2021 – “Mira Alto” è lo slogan che ha accompagnato, nella serata di giovedì, la presentazione ufficiale del “Metodo Noceto” che l’head coach e direttore tecnico Luca Varriale ha illustrato alla dirigenza del Rugby Noceto.

Introdotto dal direttore sportivo Luigi Rodiquesto è un progetto per il quale Luca Varriale è stato identificato come la persona giusta per ridare al settore tecnico del Rugby Noceto un imprinting quanto più professionale e con un livello tecnico di altissima qualità.”

Mira Alto non è solo uno slogan ma un modo di approcciarsi al lavoro tecnico e organizzativo del Rugby Noceto. Con il mio lavoro – esordisce Varriale – coadiuvato da professionisti di ogni settore, voglio creare un metodo che permetta di formare giocatori creando un percorso mirato sin dai primi passi dentro la nostra struttura.”

Il Rugby Noceto “Mira Alto” con il Metodo Noceto

Il Metodo Noceto prevede uno staff tecnico ben organizzato che collabori per lo sviluppo psico-fisico del giocatore già dai primi anni delle giovanili. Staff che, oltre ai confermati Responsabile Medico Andrea Ferrari e al Preparatore Fisico Edoardo Petriccioli, vede l’inserimento nell’organico di Francesco Di Fraia, preparatore fisico individuato dal capo allenatore “come la persona giusta per portare innovazione e strumentazioni in grado di accompagnare il giocatore sia nella fase di potenziamento e preparazione atletica sia nel recupero del giocatore post infortunio.” Processi che verranno coadiuvati dallo staff medico che da il benvenuto alla quota rosa Bianca Gargiulo, fisioterapista, che già ha lavorato nel rugby e affiancherà Ferrari in infermeria e sul campo.

“Per fare questo abbiamo bisogno del massimo supporto da parte della società che, come noi, creda che con questo metodo possiamo far crescere non solo il livello della prima squadra ma scommettere sul futuro del Rugby Noceto formando fisicamente e seguendo nelle loro fasi di sviluppo i giocatori dall’Under 14 per ritrovarci in futuro atleti pronti per affrontare le categorie superiori ottimizzando i tempi e riducendo i rischi di infortunio.”

Società che già al termine della presentazione del progetto ha assicurato il massimo impegno per poter supportare e incoraggiare questo nuovo corso.